SkinTrack trasforma la pelle in un touchpad

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Messo a punto dai ricercatori della Carneige Mellon University, SkinTrack usa dei segnali a bassissimo voltaggio per ricevere comandi attraverso la pelle.

Il mondo dei dispositivi wereable potrebbe essere prossimo a una piccola rivoluzione: SkinTrack, un sistema ancora sperimentale infatti, risolve uno dei principali problemi che affliggono, per esempio gli smartwatch, cioè quello della superficie di contatto. Usare uno schermo sensibile al tocco di piccole dimensioni infatti può essere molto scomodo, e Gierad Laput, il ricercatore che sta promuovendo il progetto, ha immaginato una soluzione efficace, che in più sembra provenire direttamente da un film di fantascienza: usare la pelle per inviare i comandi.

SkinTrack controller Angry Birds
SkinTrack può essere usato anche per controllare i giochi come Angry Birds

Come funziona SkinTrack

Come spesso accade per questo tipo di soluzioni, il risultato è semplice, la tecnologia dietro piuttosto complessa. Indossando un piccolo anello sul dito e uno smartwatch dotato di sensori a contatto con la pelle, basterà toccare una zona dell’avambraccio o della mano per inviare comandi al dispositivo. Il prototipo, già funzionante, viene spiegato in un video pubblicato su YouTube, sul canale ufficiale del ricercatore. In pratica l’anello genera un segnale elettrico a bassissima potenza e altissima frequenza, che i sensori sul polso riescono a elaborare misurando la differenza di fase.

Al momento il design non è certo dei più affascinanti, ma se il prototipo è gia “quasi” indossabile senza difficoltà, la versione definitiva potrebbe non essere troppo distante.

SkinTrack: le possibili applicazioni

In realtà SkinTrack non ha un vero e proprio campo di applicazione, semplicemente perché può essere utilizzato come sostituto dello schermo sensibile al tocco in qualsiasi caso. Negli esempi che si possono vedere sul sito del ricercatore, il controllo può essere usato per sostituire un trackpad, una tastierino numerico e addirittura per giocare. Inoltre, grazie al software messo a punto insieme al prototipo, si possono anche estendere le funzionalità dello schermo. Trascinando un’icona in un punto preciso del nostro avambraccio, per esempio, è possibile avviare la App corrispondente anche se questa non è presente sullo schermo.

Il prototipo di SkinTrack
Il prototipo di SkinTrack costituito da un anello e un sensore da portare al polso
SkinTrack tastierino
SkinTrack può essere usato anche per emulare un tastierino numerico

Fonte immagini articolo: Gierad.com

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 12-05-2016

Redazione Milano