A dieci anni scopre un bug di Instagram, guadagna 10.000 dollari

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Qualche giorno fa Jani, un ragazzino finlandese di dieci anni, ha scoperto un bug di Instagram, che ha prontamente segnalato. L’azienda, ora di proprietà di Facebook, lo ha “ringraziato” con un bonifico da diecimila dollari.

Alcuni la chiamano bug bounty, caccia di bug, altri amano definirsi whithe hat hacker, altri sono semplicemente curiosi che, con abilità o fortuna, incappano in qualche malfunzionamento, come Jani, il ragazzino finlandese che ha scoperto un bug di Instagram piuttosto rilevante.

La vulnerabilità scoperta dal solerte finlandese permetteva a chiunque di cancellare i commenti e citazioni da qualsiasi account, in modo sistematico e riproducibile. Messo alla prova dal team di Instagram, è stato in grado di cancellare i commenti da un account di prova che i tecnici avevano preparato appositamente. Quello della ricerca delle falle di sicurezza è un hobby di “lungo” corso per Jani e il suo fratello gemello, ma questa scoperta è senza dubbio quella più rilevante. E la più redditizia.

Facebook paga chi segnala bug

Oltre agli onori della cronaca, per avere segnalato questo bug di Instagram particolarmente rilevante Jani e il fratello hanno anche guadagnato una discreta somma di denaro, pari a diecimila dollari, che ha stupito il padre dei due ragazzi.

Scoprendo e segnalando il bug infatti sono rientrati nel Facebook Bug Bounty Program che prevede appunto una ricompensa per chiunque scopra e segnali problemi alle diverse piattaforme del colosso americano. Nel 2015 la piattaforma ha raccolto più di 13.000 segnalazioni, distribuendo ricompense per 936.000 dollari. Una cifra di tutto rispetto, che in questo caso, possiamo pensare, è diventata una piccola borsa di studio e un grande incentivo per il futuro del giovane Jani.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 04-05-2016

Redazione Milano